Virtual Homeland

Community italiana sul mondo dei videogames, anime&manga, musica e molto altro!
 
IndiceFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividere | 
 

 Corto Maltese...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
WraithLord

avatar

Numero di messaggi : 253
Data d'iscrizione : 28.11.07

MessaggioTitolo: Corto Maltese...   Mar Dic 18, 2007 9:48 pm

Non so chi di voi conosca questo personaggio...marinaio, galantuomo,poeta e sognatore.
E' un fumetto al limite dell'arte, molto strano per certi versi. Corto vive sul limitare del sogno, tra avventure e donne bellissime.
Lo leggo da tantissimo e non mi ha mai smesso di affascinare.
http://www.cortomaltese.com/

Quest'anno compie quaranta anni.

Corto Maltese (il suo nome somiglia a uno pseudonimo: in argot spagnolo corto vuol dire rapido, maltese indica la sua provenienza) è un marinaio ed avventuriero degli inizi del ventesimo secolo (dal 1900 agli anni venti). Il padre è un marinaio inglese di Tintagel King's Arthur Castle in Cornovaglia, nipote di una strega dell'Isola di Man; sua madre è una gitana di Siviglia, la Niña di Gibraltar, modella del pittore Ingres. Trascorre la prima infanzia prima a Gibilterra, poi a Cordova, viene poi mandato dalla madre a La Valletta a studiare alla scuola ebraica del rabbino Ezra Toledano, che lo inizia ai testi dello Zohar e della Cabbala. Quando Amalia, la cartomante si accorge che Corto non possiede la linea della fortuna sulla mano sinistra, Corto Maltese prende un rasoio d'argento di suo padre e se ne incide una da solo. Porta un orecchino all'orecchio sinistro, seguendo una tradizione già presente nel XIX secolo nella Marina Mercantile Inglese. L'orecchino all'orecchio destro, invece, era in uso nella Marina da Guerra, sempre in Inghilterra. Pare che portarlo all'orecchio sinistro sia un simbolo anarchico.

Il personaggio debutta nel fumetto a puntate Una ballata del mare salato (1967), una storia di pirati ambientata nelle isole del Pacifico agli inizi della prima guerra mondiale.

Corto Maltese impersona lo scetticismo dell'autore riguardo le convinzioni nazionalistiche, ideologiche e religiose. Corto fa amicizia con persone di tutti i tipi: il criminale russo Rasputin (nessuna relazione storica con il personaggio omonimo realmente esistito, anche se il Rasputin di Pratt è fisicamente modellato su quello storico), il piccolo ereditiero inglese Tristan Bantham, la strega voodoo Bocca Dorata, lo sciamano Shamael e il professore universitario ceco Jeremiah Steiner (anch'esso esistito sotto il nome di Rodolfo Steiner). Inoltre incontra molte figure storiche reali, fra cui Jack London, Ernest Hemingway, Gabriele D'Annunzio, Herman Hesse, Butch Cassidy, il generale russo Roman von Ungern-Sternberg ed il turco Enver Pasha. Le persone che incontra lo trattano con grande rispetto, come quando una telefonata a Josif Stalin lo libera dagli arresti mentre è incarcerato sul confine fra Turchia e Armenia.

Le storie di Corto Maltese spaziano dalle avventure storiche alle sequenze oniriche.
Corto Maltese nasce il 10 luglio 1887 a La Valletta, nell’isola di Malta. È figlio della Niña di Gibilterra e di un marinaio della Cornovaglia di cui non si conosce il nome. La Niña di Gibilterra era una donna gitana, nata a Siviglia, che praticava la magia e la lettura della mano. Corto, durante la sua infanzia, legge i grandi autori dell’avventura come Stevenson e Melville.

A soli 13 anni, nell’anno 1900, lo troviamo in Cina dove assiste e forse partecipa alla guerra dei Boxers. Nel 1904 Corto si imbarca sul Vanità Dorata. Fa scalo a Buenos Aires, dove viene iniziato al tango, è presente in Manciuria durante la guerra Russo-Giapponese ed incontra il giornalista e futuro scrittore Jack London. Fa la conoscenza anche con il personaggio che lo seguirà, volente o nolente, in molte delle sue avventure: Rasputin, allora disertore dell'esercito zarista.

Nel 1905 assieme a Rasputin lascia l’Oriente in nave per raggiungere l’Africa sperando di trovare le miniere d'oro di Duncalia, ma, a causa di un ammutinamento, sbarcano in Argentina. Qui Corto e Rasputin incontrano Butch Cassidy e Sundance Kid, i due fuorilegge statunitensi rifugiatisi in Patagonia per sfuggire alle polizie di mezzo mondo. :(Storie di questo periodo: La giovinezza)

Nel 1906 è ad Ancona, dove incontra un giovane Stalin, che fa il portiere di notte in un albergo. Nel 1908 torna in Argentina, dove incontra nuovamente l'amico Jack London. Poi, a bordo di diverse navi gira per i sette mari, attraccando, fra l’altro, negli Stati Uniti ed in Cina. Nel 1910 trasporta bestiame da Boston a Liverpool e diventa pirata. Entra anche nell’organizzazione del Monaco, misterioso armatore di una flotta pirata nell’Oceano Pacifico.

Tre anni dopo il suo equipaggio si ammutina e lo abbandona legato su una zattera al largo delle Isole Salomone. Viene ripescato dall’imbarcazione dell’amico-nemico Rasputin, anche lui al servizio del Monaco. Sull’isola di Escondida si svolge la "ballata" di Corto e di tanti altri personaggi, fra cui i due cugini Groovesnore: Pandora e Cain. Sullo sfondo, la prima guerra mondiale, da poco iniziata.
Pandora Groovesnore, nipote del Monaco, sembra innamorarsi di Corto Maltese, ma alla fine della storia torna in Australia dove sposerà un altro uomo. Sembra che alla fine delle vicende che vedono protagonista Corto Maltese, Pandora e Corto si ritroveranno.

(Storie di questo periodo: Una ballata del mare salato)

Nel 1916 ritroviamo Corto in Sudamerica. Qui ha luogo la serie di storie più lunga, ambientate fra Brasile, Colombia, Belize, Antille, Venezuela e Honduras. E qui conosce tanti personaggi fra cui il giovanissimo Tristan Bantam, sua sorella Morgana, la veggente Bocca Dorata ed il professore polacco Steiner. Le avventure sudamericane terminano nel 1917.

(Storie di questo periodo: Il segreto di Tristan Bantam, Appuntamento a Bahia, Samba con Tiro Fisso, Un'aquila nella giungla, ...e riparleremo dei Gentiluomini di Fortuna, Per colpa di un gabbiano, Teste e Funghi, La Conga delle Banane, Vudù per il presidente, La laguna dei bei sogni, Nonni e fiabe)

Nel 1917 Corto si trova in Veneto, dove assiste impotente allo scempio della prima guerra mondiale. Frattanto si interessa al mistero delle “Sette città di Cibola”, un’ennesima versione del mito dell’Eldorado. In un monastero di Venezia recupera la mappa delle città misteriose, ma si accorge che una sua vecchia conoscenza, Venexiana Stevenson, ha avuto la sua stessa intuizione. Con l’aiuto di soldati di diverse nazioni riesce a recuperare, in un paesino sulla linea del fronte, l’oro del re del Montenegro.

(Storie di questo periodo: L’angelo della finestra d’Oriente, Sotto la bandiera dell’oro)

Pochi mesi dopo, sempre nel 1917, Corto si sposta in Irlanda. Qui cominciano le quattro avventure, denominate “le Celtiche”, che si svolgono a distanza di pochi giorni, in Irlanda, a Stonehenge ed in Bretagna. Durante le sue avventure, Corto si troverà un'altra volta impegnato in azioni di guerra, ritroverà Cain Groovesnore che gli darà notizie dell'incostante Pandora ed assisterà alla morte del Barone Rosso (21 aprile 1918).

(Storie di questo periodo dette 'Le Celtiche': Concerto in o' minore per arpa e nitroglicerina, Sogno di un mattino di mezzo inverno, Cotes de nuit e Rose di Piccardia, Burlesca e no tra Zuydcoote e Bray-Dunes)

Nell’estate del 1918 Corto si trova nello Yemen, incaricato di comandare una nave per conto di un signore della guerra arabo. Incontra Cush, il guerriero dancalico, che lo affiancherà in tutte le vicende in cui verrà coinvolto, fra Yemen, Somalia ed Etiopia.

(Storie di questo periodo dette 'Le etiopiche': Nel nome di Allah misericordioso e compassionevole, L'ultimo colpo, E di altri Romei e di altre Giuliette, Leopardi)

Nell’autunno del 1918 Corto ha raggiunto Hong Kong, dove ha una casa. Ci rimane poco, dato che riparte alla volta della Siberia, passando per la Cina, all’inseguimento di un treno carico d’oro. Una storia che dura circa due anni.

(Storie di questo periodo: Corte Sconta detta Arcana)

Nell'aprile 1921, tornato dall’Asia, Corto si ferma a Venezia, dove ha numerosi amici fra cui Gambetta d’Argento; incontra poi, di sfuggita, Gabriele D'Annunzio. Nella magica città lagunare viene coinvolto in una storia altrettanto magica, in cui se la deve vedere con i membri di una misteriosa Loggia Massonica.

(Storie di questo periodo: Favola di Venezia)

Nell’autunno 1921 Corto si trova in Grecia, e più precisamente sull’isola di Rodi. Da qui si imbarcherà per uno dei suoi viaggi più lunghi: destinazione Samarcanda, lungo la mitica Via della Seta, ancora una volta alla ricerca di un tesoro, quello di Alessandro il Grande.

(Storie di questo periodo: La casa dorata di Samarcanda)

Corto attraversa ancora una volta l’Atlantico. Arriva in Argentina dove viene coinvolto in una storia che è quasi un film poliziesco. Deve scoprire che fine ha fatto una sua vecchia amica, Louise. Per farlo si scontra con la polizia locale. È il 1923.

(Storie di questo periodo: Tango)

L’anno seguente, 1924, Corto è tornato in Europa ed intraprende un lungo viaggio attraverso la Svizzera, di nuovo in compagnia del professor Steiner. Qui incontra lo scrittore Herman Hesse.

(Storie di questo periodo: Le elvetiche detta anche Rosa Alchemica)

Nel 1925 è ambientata l’ultima delle avventure di Corto che Hugo Pratt disegna. Corto parte per il Sud America, assieme a Rasputin, alla ricerca del mitico continente sommerso di Atlantide detto anche Mu.

(Storie di questo periodo: Mû)

Quello che succede dopo non si sa. Tra il 1928 e il 1929 Corto è in Etiopia ad Harar insieme al romanziere enry de Manfried. Probabilmente Corto partecipa, a partire dal 1936, alla guerra di Spagna. Secondo alcuni Corto muore in battaglia, secondo altri si ritira a vita privata.

Nella prima tavola di Una ballata del mare salato leggiamo una lettera di Pandora Groovesnore, scritta dopo gli anni quaranta in cui Pandora, ricordando il vecchio amico Corto, ormai cieco, dice che vive, assieme al polinesiano Tarao, in una casa affacciata sul grande mare. Nel 1965 come si desume dalla lettera, Corto Maltese e Pandora Groovesnore sono già morti da tempo.

_________________
"I videogiochi non influenzano i bambini. Voglio dire, se Pac-Man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva. "
Kristian Wilson, Nintendo Inc. 1989
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Corto Maltese...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il QUADRATO MALTESE
» LA SFIDA DEI NUMERI UNO
» Il quadrato perfetto
» Il quadrato maltese

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Virtual Homeland :: The Homeland's Plaza :: Comics Zone-
Andare verso: